5 idee per migliorare l’esterno della tua casa

 5 idee per migliorare l’esterno della tua casa

Che si decida di vendere o semplicemente tenere il passo con i tempi, poco importa, la nostra abitazione ha bisogno di migliorie continue e manutenzione costante. Ogni casa che si rispetti deve poter contare su un aggiornamento nel tempo della struttura generale e dei suoi dettagli. Motivo per il quale niente può essere lasciato al caso, ma occorre seguire una precisa programmazione ed organizzazione.

Questo discorso, ovviamente, non interessa unicamente un’esigenza estetica di rinnovamento, o un discorso di sicurezza, ma va a toccare anche l’ambito economico: migliorare la propria casa significa anche valorizzarla ed incrementarne l’appeal sul mercato immobiliare. Dinamiche, queste, che entrano in gioco qualora si decidesse di vendere, è chiaro, ma che tornano utili anche se al contrario si vuole accrescere un patrimonio investendo.

In tale ottica è di fondamentale importanza apportare delle modifiche in primis all’esterno. Non che gli interni siano secondari, ma semplicemente perché la prima impressione è data all’occhio di chi guarda dall’apparenza esteriore. È prassi e consuetudine comune, infatti, relazionare ad un’appagante visione esterna di un’abitazione, una scontata cura anche dei suoi spazi interni. Come se una componente fosse specchio valutativo dell’altra.

Ma cosa significa migliorare l’esterno della propria casa? Beh, sotto quest’aspetto ci sono molteplici scuole di pensiero e modalità d’azione. Tuttavia noi siamo in grado si suggerirvene cinque, le più importanti ed essenziali:

  1. Igiene e cura dell’abitazione: spesso e volentieri questi due elementi camminano di pari passo. L’uno non esiste senza l’altro, ed infatti, prendersi cura di una casa, significa mantenerne l’ambiente salubre e quanto più accogliente e vivibile possibile. Dal giardino o terrazzo (che fanno da vetrina alla facciata del nostro domicilio) fino ai più reconditi angoli esistenti;
  2. Aggiunta di un tocco di stile: ogni abitazione degna di nota deve rispecchiare il carattere di chi vi abita. Dagli arredamenti alle luci passando attraverso i dettagli funzionali, come faretti, mobili o pensiline. Ogni minimo particolare più è allineato al nostro gusto più restituirà al visitatore o eventuale compratore un plus di appetibilità economica;
  3. Rifiniture e manutenzione costante: aspetti imprescindibili per far sì che una casa duri nel tempo. Rinfrescare le pareti con una tinteggiata ogni 4/5 anni o talvolta cambiare le soluzioni cromatiche e gli abbinamenti che rivestono le facciate che compongono la struttura, significa rinnovarla continuamente. Ovviamente non bisogna eccedere, come per ogni pratica, ma avere buon senso e farsi suggerire laddove non si hanno idee precise, da un esperto in materia; 
  4. Attenzione in più per gli spazi aggiuntivi: il giardino, così come il terrazzo o i balconi necessitano di un occhio in più rispetto ai domicili che ne sono privi. Nel primo caso occorre riprendere la lunghezza dell’erba cercando di uniformarla e alimentarla con sistemi d’irrigazione ottimali. Lo stesso vale per eventuali piante in vasi di terracotta o interrate, che arricchiscono di un tocco naturale il contorno abitativo. Il terrazzo invece necessita per lo più di una predisposizione della volumetria a seconda della destinazione d’uso. Quindi organizzare gli ornamenti (tavoli, altalene, piante etc.) secondo un criterio preciso ed un equilibrio visivo. Infine i balconi sono forse quelli più complicati da gestire perché angusti, ma tutto sommato piacevoli se danno la possibilità di uno sguardo al centro di una città o di una piazza. 
  5. Scelta oculata dei materiali: che si tratti di migliorare o fare da zero una sola parte o più parti di un esterno abitativo, attenzione massima bisogna prestarla ai materiali per pavimentazione o muri. Anche in questo caso non si tratta solo di funzionalità ma anche e soprattutto di estetica, che può contribuire a conferire alla casa un’immagine tradizionale o moderna a seconda delle scelte. L’importante è non sforare mai nell’antiquato.   
Pubblicità

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *