Primo Vaccino Covid-19 è Russo! Si chiama Sputnik V

 Primo Vaccino Covid-19 è Russo! Si chiama Sputnik V

Si chiama Sputnik V ed è il primo vaccino per il Covid-19 ufficialmente depositato al mondo dalla Russia, annunciato con grande orgoglio da Putin e dal ministro della sanità Mikhail Murashko. Vladimir Putin ha affermato che la dose è efficace nel formare l’immunità contro l’agente patogeno mortale che si è diffuso a livello globale.

Il primo vaccino Covid-19 è prodotto dall’Istituto Gamaleya di Mosca, e tra i primi ad assumere le prime dosi c’è la figlia del presidente Russo, che ha manifestato un leggero stato febbrile dopo l’assunzione del vaccino, superato in pochi giorni.

Il primo ministro della sanità Russa ha quindi confermato che il vaccino sarà prodotto in due sedi Russe e sarà somministrato prima a tutti coloro che affrontano il virus in prima persona, come medici ed infermieri, e successivamente agli insegnanti, che a breve si troveranno a stretto contatto con bambini e ragazzi. Solo in una seconda fase il vaccino sarà esteso a tutta la popolazione russa. La produzione industriale del vaccino inizierà a breve, entro i primi di Settembre, e sarà messa in circolazione per la popolazione a partire da Gennaio 2021. Putin ha sottolineato che il vaccino sarà somministrato esclusivamente su base volontaria e non ci sarà alcun obbligo per la popolazione russa.

La tecnologia alla base del vaccino russo si basa sull’adenovirus, il comune raffreddore. Create artificialmente, le proteine ​​del vaccino replicano quelle del Covid-19 e innescano “una risposta immunitaria simile a quella causata dal coronavirus stesso”, ha rivelato Tarasov, uno dei principali scienziati dell’Università Sechenov di Mosca. Tarasov ha sottolineato che la Russia si prepara da oltre 20 anni nella lotto ai virus ed è stata quindi avvantaggiata nella realizzazione del vaccino, e che nulla è stato lasciato al caso.

Fonti interne al governo russo affermano che già oltre 20 paesi al mondo hanno effettuato prenotazioni per oltre un miliardo di dosi del vaccino russo. Molto cauta invece si mostra l’OMS, che non ha ancora avuto la documentazione ufficiale sul vaccino e si dimostra preoccupata che la velocità di realizzazione del vaccino possa essere stata preferita alla sicurezza dello stesso.

Fonte: www.rt.com

 

Pubblicità

1 Comment

  • […] presente in molti alimenti, blocca la replicazione del Sars-CoV-2. Mentre tutto il mondo attende il vaccino per il CODIV-19 questo studio pone l’attenzione di tutti su un elemento che si trova ampiamente e facilmente […]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *